A proposito di Santi: a volte funzionano!

Avevo promesso ad un’amica di raccontare una mia esperienza con S. Espedito, eccola:

Otto anni fa mio marito ed io ci siamo trasferiti da Milano ad una graziosa cittadina nella provincia di Cremona. I motivi erano vari: due furti in casa e il peso di un’eredità con complicazioni. Insomma, sentivamo di dover andar via e ci orientammo verso la Brianza, senza trovare tuttavia casa.
Un giorno incontrammo nel centro di Milano un nostro amico, perso di vista da tempo. Ci raccontava di essersi trasferito insistendo di andarlo a trovare nella sua nuova casa e così abbiamo fatto in un sabato di novembre. Il pomeriggio ci ha portato a Crema per un giretto e mio marito ed io ce ne siamo innamorati.
Arrivati a casa avevamo già deciso: quella cittadina era la nostra, e in breve tempo avevamo trovato casa. Nell’arco di quattro mesi era venduta la casa di Milano, fatto il trasloco e arredato il nostro nido nuovo. Spesso ci siamo chiesti: “Ma perché proprio Crema? Non ci siamo mai stati, a parte l’amico non conosciamo nessuno, niente di niente!” Ma fin dagli inizi del nostro “conoscersi” eravamo aperti al mistero, all’avventura.
Che bello ritrovarci spesso con questo amico davanti a un buon piatto, e in un’occasione del genere ci ha parlato lui per la prima volta di S. Espedito. Abbiamo approfondito la conoscenza di questo Santo e così abbiamo scoperto, che nella nostra città c’era un altare dedicato a lui in una piccolissima chiesa supercattolica.

Mio marito soffriva da ca. quattro anni di perdite casuali di sangue nelle urina e dopo vari esami medici fatti a Milano, non risultava nulla. Ecografia su ecografia – nulla. Ebbene, dopo quasi un anno dal nostro trasloco a Crema, queste perdite sono ricomparse in modo molto più consistenti e frequenti, tanto da richiedere altri esami immediati. Grazie a Dio avevamo trovato un medico di base giovane e molto in gamba. Altra ecografia d’urgenza e anche quella volta: nulla. Ma il tecnico non si è fermato alla sola ecografia della prostata come i precedenti e come c’era scritto sull’impegnativa, è andato oltre di spontanea volontà. Il sangue c’era e tanto, quindi ci doveva essere anche una causa.
Ha preso sotto esame la vescica ed è rimasto di sasso – tutta la vescica era occupata di una massa d’origine neoplastica.
Da quel momento in poi mi sono affidata completamente a San Espedito. Mio marito poteva morire in qualsiasi momento, la vescica scoppiare. Entro pochi giorni è stato ricoverato e io mi ricordo quei giorni come un caleidoscopio di immagini, i notti e giorni passati tutti da mio marito in ospedale, in chiesa nutrendo con l’Eucaristia lo spirito, la psiche  e pregando S. Espedito. Miracolo e subito. No, subito no.
Il giorno dell’intervento, mentre lui era in sala operatoria, stavo in cappella a piangere quasi tutte le mie lacrime, tremavo e temevo per mio marito.
Dopo quasi otto ore, mio marito è tornato in stanza, con dei tubi che gli uscivano dappertutto, non so più quanti ce n’erano. Il primario mi ha detto che l’intervento era andato bene, hanno tolto la vescica e tutti i tessuti intorno inclusi alcuni organi e poi hanno ricostruito l’essenziale con un pezzo dell’intestino. Ero felice, tanto felice e il giorno dopo, mio marito sembrava bello come un bebé, fresco, fresco!
Ho passato anche la seconda notte in ospedale e la mattina successiva, molto presto, ho avvisato l’infermiera che andavo a casa per farmi la doccia e dormire almeno un paio d’ore.
Era nel gennaio del 2006 e la neve era tanto alta che ci si muoveva soltanto a piedi. Ci misi poco più di mezz’ora per arrivare a casa, salire le scale e aprire la porta. Cioè, volevo aprire la porta, ma non ci riuscì. Ero bloccata, non avevo la forza di girare la chiave mentre dentro di me, prima piano poi con forza, una voce diceva: torna subito in ospedale! TORNA SUBITO IN OSPEDALE!
Il cuore mi batteva a mille mentre correvo giù le scale e facendo all’inverso la strada appena percorsa. Correvo come una forsennata, correvo all’interno dell’ospedale, l’ascensore era pronto, entrai, scesi al 5° piano, corsi alla stanza di mio marito e aprì la porta. Vidi un tecnico con l’apparecchio portatile per le radiografie davanti a me e mio marito seduto su una poltrona senza vita, e la macchina che suonava l’allarme. Il tecnico mi disse: “Ma suo marito fa sempre così?” Metà della frase udì a distanza perché ero già presso i medici e le infermiere che corsero per rianimare mio marito.
Ero in corridoio, rannicchiata di fronte alla stanza di mio marito, le ore passavano insieme ai tanti medici, e nessuno mi disse niente. Terribile! Piangevo e invocavo Gesù, la Madonna e S. Espedito. Per ore, non so quante.
Correvano per mio marito, non c’era neanche il tempo per portarlo in sala operatorio, hanno fatto direttamente in stanza un piccolo intervento. Mio marito era salvo.
Solo dopo, il primario mi raccontò che durante l’intervento avevano dovuto fare due anestesie, quella totale e quella epidurale e che durante quest’ultima è successo che la siringa aveva bucato il polmone. Quando, quella mattina, il tecnico del radiografia aveva spostato mio marito sulla poltrona, tutta l’aria era fuoruscita dal polmone e mio marito se ne stava andando sul serio.
Non indagai perché nonostante suonasse l’allarme nessuno era venuto a controllare, ero troppo stanca e felice che tutto si era risolto.

C’era poi un altro salvataggio in extremis per una causa diversa ma meno urgente. La guarigione di mio marito è durata oltre un anno e ancora oggi ha dei giorni che non sta bene. Ma lui vive!

Ebbene, come faccio io a esserne certa che tutto il bene ricevuto era grazie all’intercessione di S. Espedito?
Non lo so descrivere, mi sono affidata totalmente a lui e da quel momento mi aveva presa per mano.
Lo si sa, non è una pia illusione, semplicemente si sa.

Grazie Vergine Santissima che hai scelto S. Espedito per correre in nostro aiuto tramite te!

Preghiere a Sant Espedito

58 commenti su “A proposito di Santi: a volte funzionano!

  1. 61Angeloextralarge scrive:

    Grazie per questa testimonianza!
    Hai ragione: queste cose si sanno e basta! ;-)

  2. filia ecclesiae scrive:

    Grazie!
    Si, come suonare il pianoforte… :D

  3. Marshall scrive:

    Se funzionino o meno non lo sò. Per intanto lunedì 11 giugno ho già programmato la pubblicazione di un post su http://www.esperidi.blogspot.com , che parla di una Santa ancora semisconosciuta, Madre Giuseppina Bakhita.

  4. Marshall scrive:

    Bella e commovente storia.
    Avete fatto il percorso inverso dei miei, in quali vennero dalla campagna del cremonese in quel dell’Alto Milanese.

  5. Gabriele scrive:

    Certo che te, i Santi, li fai veramente correre! ;-))))

  6. Maria Cristina scrive:

    una bellissima testimonianza di fede e di amore!!!!
    un abbraccio grande,
    Maria Cristina

  7. Silvia scrive:

    Caro Sant Espedito, leggendo la testimonianza della signora, mi sento ridicola a chiederti di esaudire la mia piccola preghiera. Ma è una cosa che mi fa tanto soffrire …è urgente che Tu mi aiuti altrimenti potrei cadere in depressione. Grazie.

    • filia ecclesiae scrive:

      Silvia, questa persona si chiama Karin e sono io. Non c’è nulla che non abbia importanza per Dio. Ti aiuto a pregare per le tue intenzioni.
      Caro Sant’Espedito, tu mi hai aiutato tanto e in varie occasioni, ti affido le intenzioni che stanno tanto a cuore di Silvia. Provvedi, per favore, a sradicare la sofferenza per svolgere a un ottimo fine la sua situazione. Te lo chiedo nel nome della Madre Santissima, Maria Addolorata, e ti supplico di farlo subito.
      Ave Maria, gratia plena, Dominus tecum, benedicta tu in mulieribus, et benedictus fructus ventris tui, Iesus. Sancta Maria, mater Dei, ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae. Amen.

  8. Fabio scrive:

    Ciao Karin, ho conosciuto da pochissimo Sant’Espedito. Prego sempre in nome di Dio e da un bel po’ di tempo lo sto facendo molto spesso perchè sono afflitto da un problema. Niente a che fare con cose gravi come la salute, lo so, ma il problema di “cuore” che ho mi sta portando a non vivere più…ad annullarmi. Chiedo semplicemente di far rinascere l’amore in lei verso di me se ne ha ancora, e so che lei ne ha ancora. Se questa non dovesse essere la volontà di Dio allora chiedo di darci serenità ad entrambi, ma in primis spero che tutta possa tornare come tempo fa e anche più bello di prima. Chiedo l’intercessione e l’aiuto di Sant’Espedito, che possa esaudirmi.

    Lo so che è meno importante di altre cose più gravi, ma questa cosa a me fa male, molto male, troppo male. Se puoi, aiutami in questa preghiera. Grazie!!!

    • filia ecclesiae scrive:

      Non è meno importante, Fabio, tutto quello che ci accade di bello o di brutto, è importante per Dio. Ho pregato S. Espedito per te, con l’intercessione della Mater Dolorosa, recitando un Ave Maria, come il culto vuole. Lo farò spesso e poi…speriamo nel massimo bene per te e lei a maggior gloria di Dio. :)

      • Fabio scrive:

        grazie…davvero grazie.
        Spero e prego Sant’Espedito, Dio, Gesù e Maria che tutto possa risolversi al meglio. Non è difficile che accada, per questo spero…siamo stati insieme tantissimo tempo e ci siamo sempre amati, con mille difficoltà. Qualcosa ci ha allontanati, ma sono sicuro che non è l’amore di entrambi che manca, sono gli errori ad averci condizionato ed allontanato. Vorrei solo poterle stare accanto, accudirla e amarla per costruire qualcosa insieme…e ovviamente che lei voglia lo stesso.

        Prego e spero. Grazie acora Karin.

        • Fabio scrive:

          P.S. ho un po’ guardato in giro nel web e ho visto che alcuni utilizzano anche “rose, candele, immagini, bicchiere d’acqua e poi eventualmente donazioni di ringraziamento”. A me sta cosa non piace molto, poichè mi sembra un po’ un rituale magico, e la cosa mi puzza. Posso pregarlo serenamente senza fare uso di ciò? Se mi aiuterà, posso ringraziarlo col la “semplice” divulgazione del suo nome?

          Lo so, sono domande stupide, ma gradirei una risposta.

          • filia ecclesiae scrive:

            Probabilmente stai parlando dei “ex voto”, un dono per “grazia ricevuta”.
            Certo, ognuno può ringraziare come meglio crede, anche con una semplice preghiera. A me, sinceramente, non dispiace vedere in un santuario o in una chiesa quei ringraziamenti visibili che spontaneamente mi inducono a ringraziare Dio per quella persona. Il dono è sempre stato importante fra le persone per dimostrarsi riconoscenti gli uni verso gli altri, figuriamoci verso Dio che ci ha donato già tanto e in più una grazia richiesta.
            Soltanto in questi ultimi tempi anche il regalo, il dono ha perso il suo senso più profondo ed è diventato un mero gesto commerciale, invece di quello antico che era di gratitudine. Dal dono di se stessi verso gli altri, al dono per dire “grazie!” a qualcuno o a Qualcuno!

  9. Fabio scrive:

    Ok. Grazie ancora, ti farò avere mie notizie. Se puoi prega insieme a me ancora un po’. Grazie mille!!!

      • Cristina scrive:

        Buonasera Karin,non so cosa mi abbia portato a leggere le sue parole,e spero davvero con il cuore che per lei cose vadano bene adesso. Mi sento quasi in colpa perché sto pregando da qualche giorno Sant’Espedito per un problema sicuramente molto meno importante di quello che attraversano tante persone e a volte me ne vergogno anche.Ma il mio è un dolore al cuore che non passa..Io ho molta fede, e mi auguro che questo mi aiuti a ritrovare il sorriso,e me stessa.Non voglio ricchezze,non ho niente che mi manca e dovrei ringraziare Dio tutti i giorni ed essere felice e serena,ma da un bel pò ormai non lo sono.Vorrei che la persona che amo tornasse da me.Ma non è me che ha scelto e questo dolore mi lacera dentro ogni giorno che passa sempre di più.Adesso vorrei solo un po’ di pace, vorrei svegliarmi domani mattina e finalmente sentirmi libera da questo peso che mi sento addosso.Grazie per avermi ascoltata. E grazie a Sant’Espedito, che mi sta dando la forza di andare avanti.

        • filia ecclesiae scrive:

          Ciao Cristina, benvenuta qui! :)
          Secondo la mia esperienza esistono dei dolori che, dopo un certo periodo, diventano abitudine perché quasi quasi ne sentiamo il bisogno. Così succede spesso con i dolori nella sfera sentimentale: in mancanza della persona amata, ci stiamo affezionando al dolore che ci provoca la lontananza della persona e in qualche modo può diventare perfino l’oggetto del nostro amore. E’ normale, perché c’è una ferita aperta. Dobbiamo stare attenti che non diventi il motivo della nostra vita. A un certo punto, quando ci accorgiamo che il dolore è per noi solo fonte di pesantezza, di angoscia e di uno stato di malessere, è il momento di dire “No, non lo voglio più, non mi serve più per essere consolata!” Dobbiamo tagliare il cordone ombelicale che ci lega a quel dolore e chiedere a Dio di infiammare il nostro cuore con il Suo amore per essere liberi di seguire la Sua volontà per la nostra vita.
          Carissima, prendi il tuo amore fra le tue mani, apri le mani e lascia andare il dolore… credimi, se ne andrà e tu sarai libera di seguire una strada nuova e sarai felice. Provaci, Cristina, davvero.
          Tanti, tanti auguri, un Ave Maria per te, e fammi sapere, si? :)

          • Cristina scrive:

            Le tue parole mi hanno commossa…grazie Karin per le tue preghiere..grazie davvero, io continuerò a pregare tutti i giorni anche per te..ti farò sapere,si.Ti abbraccio :)

  10. ludovica scrive:

    Sapete che la grazia che ho chiesto si è avvarata grazie a S.Espedito tutto bene adesso ne chiedo un altra ma ci vuoleseconto memolto tempo però penso che verrò accontentata perchè Lui mi ascolta sempre

  11. Sergio scrive:

    Grazie a s.espedito per la grazia ricevuta per tua intercessione presso Dio.S espedito intercedi ancora per noi

  12. Lara scrive:

    Se avessi conosciuto prima Sant’Espedito forse non sarei ancora a piangere ……. ma si vede che il destino ha voluto così………ora lo sto pregando con tutta me stessa sicura che mi concederà quella piccola oasi di serenità che non riesco a trovare ancora dentro di me. un abbraccio a tutti

    • filia ecclesiae scrive:

      Un abbraccio a te, Lara, e ti auguro di cuore che la tua sofferenza abbia termine. Per correttezza devo dire che anch’io sto soffrendo e so che me la devo tenere questa croce, almeno per ora, ma la mia anima è in pace, sono serena. Questo è già tantissima grazia. :)

  13. Francesco scrive:

    Ho da poco conosciuto San Espedito e ho chiesto anche io una grazia…che veramente ho urgenza…sono sicuro che mi ha ascoltato e che gia sta facendo qualcosa per me…lo ringrazierò finche vivrò perchè mi aiuterà lo sento dentro di me e mi ridarà la mia vita di prima con un lavoro e tanta serenità.. Grazie San Espedito ..grazie per averti conosciuto.

  14. Lina scrive:

    Ciao ho 54 anni e sto soffrendo x amore prego santo
    Espedito da poco non lo conoscevo spero mi aiuti a far tornare lui da me .una grazia così non mi renderebbe solo felice ma piena di fede aiutatemi anche voi con le vostre preghiere grazie Lina

  15. anna scrive:

    ciao mi chiamo anna
    ho provato a pregare tanti santi ..ma fini ad ora nessuno si è accorto di me…
    forse non pregherò nel modo esatto …o forse sono troppo impegnati x guardare me…
    ho provato a fare la novena a S.Espedito ma ancora niente..riproperò..chissa speriamo
    almeno uno si giri verso di me ..forse non merito niente..chissa..

    • filia ecclesiae scrive:

      Ciao, Anna! :)
      Sai, Anna, nessuno di noi è meritevole di qualcosa, nessuno. Ma abbiamo un’asso nella mano ed è Cristo. In Lui e attraverso di Lui possiamo chiedere tutto a nostro Padre e possiamo esserne certi che Lui ci darà ogni cosa se quello che chiediamo è per il nostro massimo bene. Ti consiglio di abbandonare i pensieri di autocommiserazione che non fanno parte dei figli di Dio perché ci allontanano da Dio. Ti posso dare un compitino facile facile? Leggi ogni giorno questo passo del Vangelo e quando ti è entrato nell’anima e lo conosci quasi a memoria, allora incomincia di nuovo a chiedere ciò che il tuo cuore desidera:

      Dal Vangelo secondo Matteo 6,24-34
      In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: “Nessuno può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro: non potete servire a Dio e a mammona.
      Perciò vi dico: per la vostra vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete, e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete; la vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito?
      Guardate gli uccelli del cielo: non seminano, né mietono, né ammassano nei granai; eppure il Padre vostro celeste li nutre. Non contate voi forse più di loro? E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un’ora sola alla sua vita? E perché vi affannate per il vestito?
      Osservate come crescono i gigli del campo: non lavorano e non filano. Eppure io vi dico che neanche Salomone, con tutta la sua gloria, vestiva come uno di loro.
      Ora se Dio veste così l’erba del campo, che oggi c’è e domani verrà gettata nel forno, non farà assai più per voi, gente di poca fede? Non affannatevi dunque dicendo: Che cosa mangeremo? Che cosa berremo? Che cosa indosseremo? Di tutte queste cose si preoccupano i pagani; il Padre vostro celeste infatti sa che ne avete bisogno.
      Cercate prima il regno di Dio e la sua giustizia, e tutte queste cose vi saranno date in aggiunta. Non affannatevi dunque per il domani, perché il domani avrà già le sue inquietudini. A ciascun giorno basta la sua pena”.

  16. teresa scrive:

    non conoscevo san espedito fino alla notte scorsa,mi spiego,sto pregando il mio angelo custode perchè un amico di mia figlia sta molto male,sta facendo esami e ancora i medici non si sbilanciano,io non sapendo come aiutarlo ho deciso di invocarmi al mio angelo custode,la notte scorsa ho fatto un sogno che non ricordo,però mi è rimasto in mente il nome di san espedito,ho cercato subito in rete e ho trovato le preghiere che sicuramente farò,io sono sicura che è stato il mio angelo custode a guidarmi verso lui,sono felice per questo,da oggi san espedito sarà sempre nelle mie preghiere,per quanto riguarda l’amico di mia figlia contnuero a pregare fino alla sua guarigione,saluti a tutti.

    • filia ecclesiae scrive:

      Teresa, la tua esperienza è molto bella, e ora prego anch’io insieme a te per l’amico di tua figlia.
      Tienimi al corrente, se ne hai voglia e ti auguro una profonda, santa Quaresima!

      • teresa scrive:

        ti ringrazio,cosi non sono sola a pregare per lorenzo,posso farti una domanda?vorrei fare la stessa preghiera x un’atra persona che si chiama roberto,devo pregare contemporaneamente alla richiesta di lorenzo oppure devo farla insieme?tranquilla ti terrò aggiornata così anche altre persone possono usufruire della mia esperienza.santa quaresima anche a te.

        • filia ecclesiae scrive:

          Oh, questo non lo so, Teresa, ma immagino che si possa pregare per entrambi, i santi sono meno “fiscali” di noi. :)

          Grazie, ora so anche i nomi e li posso dire a S. Espedito.

  17. teresa scrive:

    grazie di cuore.

  18. Annalisa scrive:

    Siamo stati devastati dall’ agenzìa delle entrate, che ci ha rapinato INGIUSTAMENTE di una cifra enorme.
    Con questa gente in italia non si può ottenere giustizia se non affrontando grandi spese legali e lunghi anni di incertezza e angoscia. Ecco xchè alla fine abbiamo deciso di cedere al ricatto e pagare indebitandoci pesantemente , e ora possiamo solo sperare di vendere casa e altro in un momento in cui vendere sembra un’ utopìa.
    Sono caduta in uno stato di depressione e angoscia che non riesco a controllare, nonostante preghi intensamente Dio Padre, Maria Santissima e diversi Santi.
    Ho scoperto S. Espedito e confido nella sua intercessione, mi attacco a questa speranza e vi ringrazio tutti per la vostra testimonianza che mi conforta, soprattutto in questo sito che ho scoperto questa sera ed è molto bello.
    Ho bisogno di vendere e presto ,devo potermi dedicare alla figlia con handicap e al suo dopo di noi presso la prime due figlie , ma in queste condizioni mi è impossibile avvicinarmi a loro e ci è diventato problematico pagare la fine degli studi al quarto figlio.
    Sento che Sant’ Espedito mi sta aiutando per L’ intercessione di Maria Santissima, ma il male che ho dentro mi divora e ho paura di questa attesa, di non farcela.
    Prego il Signore che aumenti la mia Fede. Mio marito è più forte , ma la mia debolezza pesa anche sulle sue spalle.
    Ora sono in attesa delle grazie che sto chiedendo, fremente attesa,e spero di poter testimoniare qui nel prossimo futuro anche la mia esperieza di essere stata esaudita.
    Santo Espedito prega e intercedi per noi ,
    Padre santo e Misericordioso in nome di Gesù e Maria aumenta la mia Fede, spirito Santo guariscimi e dona pace a tutti noi.
    Sia lodato Gesù Cristo.

    • filia ecclesiae scrive:

      Quanta sofferenza, Annalisa, ti aiuto a pregare e mi permetto che segnalarti oggi, giorno di S. Patrizio, un’invocazione che potrebbe esserti d’aiuto nella tua personale sofferenza. Oltre che Sant’Espedito che non manca mai di soccorrere. Guarda questo link, cara Annalisa:
      http://filiaecclesiae.wordpress.com/2013/12/11/la-corazza-di-s-patrizio/

      Fammi sapere, per favore, se posso aiutarti in qualche modo. Ti abbraccio forte!

      • Annalisa scrive:

        Grazie, ho recitato questa invocazione, spero mi aiuti a tenere a bada le sciabolate di angoscia.
        Intanto attendo con fiducia e pazienza il momento di poter testimoniare la grandezza della Divina Provvidenza, che so, devo crederlo, ci soccorrerà.
        Pace a te, Karin,e grazie.

  19. anonima scrive:

    ho iniziato ieri la novena a Sant’Espedito,un Santo che ho conosciuto da poco, e sto pregando anke il rosario perpetuo a San Giuda Taddeo, e’ da un anno e’ mezzo che sto soffrendo moltissimo a causa del mio matrimonio in crisi, mio marito vuole la separazione,io sono disperatissima perche’ non riesco a capire proprio come siamo arrivati a tanto,lui ha messo un muro tra di noi e non ne vuole sapere, io credo ancora nel Ns matrimonio, abbiamo anche una bambina,ti supplico aiutami nelle preghiere, forse io non ne sono capace, ma ti assicuro che ci sto mettendo tutta me stessa e prego con tutto il cuore perche’ avvenga la grazia che tanto chiedo.Grazie di cuore, aspetto qualche parola di conforto.

  20. Roberta scrive:

    Grazie Sant’Espedito!

  21. teresa scrive:

    vi prego a tutti di unirvi in preghiera con me,un mio amico che si chiama lorenzo ha bisogno per un tumore al collo,sto facendo la novena a sant’espedito,io sono certa che lui mi ascolta perchè gli esami stanno dando effetti positivi,vi prego pregate anche voi per lorenzo.grazie.pace e bene a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...